Le 120 giornate di Sodoma


Un grande capolavoro che riflette su alcuni tema senza pudore e censure, descrivendo le passioni disturbanti dei personaggi, che superano di molto il limite della decenza fino a divenire un vero guazzabuglio di disgustose depravazioni.

Un libro per stomaci forti e non certo per tutti, men che meno per persone di una certa moralità. A tratti pesante, noioso e  illeggibile a causa dei contenuti forti.
Gli stupri e le angherie descritte fanno riflettere sul lato oscuro dell’umanità, portandoci a faticare a terminare la lettura.

Consigliato? Nì. Un libro forte, per pochi.

Mi è piaciuto? Ho apprezzato la sua mancanza di pudore, che nonostante le rivoltanti descrizioni riesce a imprimere il vero senso del libro. Difficile però ammettere se mi sia piaciuto. È un libro difficile da apprezzare. Direi nì, perché oltre a superare i limiti diventa anche parecchio noioso in molte parti.

Voi l’avete letto? Lo leggerete? Cosa ne pensate?

Un pensiero su “Le 120 giornate di Sodoma

  1. Alvise Brugnolo

    Bellissima anche la trasposizione cinematografica di Pasolini, anche se molto diversa (il film è ambientato nella Repubblica di Salò). Fa orrore e disgusta, ma fa anche pensare.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...