Scrittura#3 – Storia della scrittura (parte seconda)

Ciao a tutti! Finalmente riprendiamo l’argomento “scrittura” lasciato in sospeso. 

typewriter-801921

Mi perdonerete spero…. so che avrei dovuto pubblicare il 6 aprile, e che quindi sono giusto un pochino in ritardo 😀 ma ora rimedio con il post che vi avevo promesso.
    Il 23 marzo vi ho fatto una brevissima introduzione sulla storia della scrittura. Ora vedremo invece qualcosa di più, e cioè l’invenzione della scrittura.

 

Anche se non c’è una vera e propria origine unica della scrittura, generalmente si ritiene che siano stati i Sumeri e gli Egizi i primi popoli capaci di scrivere. Si ritiene inoltre che gli Egizi abbiano subito l’influenza sumera, per questo l’invenzione della scrittura, che si fa risalire circa al 3.200 a.C., viene in genere attribuita ai Sumeri. 
     Queste popolazioni avevano sviluppato l’agricoltura da tempo e avevano la necessità di trovare un metodo per annotare i prodotti agricoli. I Sumeri ripresero e svilupparono un antico sistema di contabilità, dando così origine alla scrittura.

   

I primi segni scritti furono dei semplici pittogrammi, cioè disegni schematici tracciati su tavolette d’argilla fresca i quali rappresentavano i prodotti che affluivano nel tempio-magazzino sotto forma di tributo che i sacerdoti dovevano registrare per tenerne il conto.

slide_22

I pittogrammi, però, riuscivano a indicare un oggetto ma non un nome proprio, un verbo, una parola astratta. Con il passare del tempo, perciò, i Sumeri elaborarono un tipo di scrittura più funzionale: scomposero le parole della loro lingua in sillabe e attribuirono a ogni sillaba un segno convenzionale, chiamato sillabogramma.
slide_4

Con la scrittura sillabica essi poterono stendere leggi e redigere documenti di Stato, scrivere lettere e comporre poemi. Poiché ai segni che componevano ciascun sillabogramma diedero la forma di un chiodo o cuneo, sotto l’aspetto grafico la scrittura sillabica sumerica è chiamata anche
scrittura cuneiforme.

Per quanto riguarda gli egiziani, inventarono invece i geroglifici, segni sacri che essi consideravano dotati di poteri magici.

 

 

 

Questo sistema di scrittura combina elementi ideografici, sillabici e alfabetici. L’uso di questo tipo di scrittura era riservato a monumenti o qualsiasi oggetto, come stele e statue, concepiti per essere eterni.

Abbiamo capito quindi che “L’invenzione della scrittura” segnò in modo definitivo il passaggio dalla preistoria alla storia. 

Per riassumere…

slide_2

 

Spero che questo articolo vi abbia interessato. 🙂 Vi aspetto il prossimo mercoledì con la continuazione della “storia della scrittura”. 

sito

 

Annunci

10 pensieri su “Scrittura#3 – Storia della scrittura (parte seconda)

  1. Pingback: Mythological Book Tag | La Corte

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...