L’undicesimo Re – capitolo 12 (3ª parte) – Bentornata a casa

l'undicesimo re - copertina 2

INDICE CAPITOLI & INFORMAZIONI
⇐ CAPITOLO PRECEDENTE – CAPITOLO SUCCESSIVO

divisore (1)

Magett aveva fatto ritorno alle sue stanze non appena la sorella si era alzata per danzare con Aaron. Era distrutto dal vino e dall’odore dei cibi elaborati serviti al banchetto, stanco della musica stridula che gli aveva provocato un forte mal di testa. Oltretutto il dolore alla ferita era aumentato di nuovo, ma non era sicuro di poter bere ancora un po’ della pozione, non gli sembrava una cura affidabile.
Ordinò allo scudiero di aiutarlo a svestirsi e di accendere tutti i focolari della stanza, poi si stese a letto, nudo sotto le numerose pellicce. Gli dispiaceva di aver lasciato la sala senza congedarsi dalla sorella, senza neppure darle delle spiegazioni, ma era proprio quello il punto; non voleva che Mey sapesse che stava male, non aveva intenzione di mostrare le sue debolezze ad alcuno, meno ancora alla sua famiglia.
La testa pulsava dolorosamente, senza dargli tregua, ma sperava che dopo un buon riposo si sarebbe sentito meglio. Chiuse gli occhi, girandosi di lato, attento a non schiacciare il braccio dolorante. Ben presto scivolò nel sonno.

Si svegliò al rumore di tiepidi passi sulla pietra del pavimento. Sbadigliò voltandosi dall’altra parte. Quasi subito però si sentì sfiorare una spalla da una mano piccola e delicata. Allora si sollevò di scatto a sedere, senza curarsi di reggere le coperte, che scivolarono giù scoprendogli il petto.
     Davanti a lui sbucava dalle tende del baldacchino un volto ovale e armonioso, con occhi grandi e castani e capelli del medesimo colore caldo e passionale.
«Che ci fai qui, Teny?».
La serva abbozzò un sorriso: «Non riuscivo a dormire, mio signore, così ho pensato che potevate aiutarmi voi».
Magett aggrottò la fronte, incredulo. «Scherzi? Non dovresti essere qua, non ora, mia sorella potrebbe accorgersi della tua assenza».
Teny sorrise, muovendo in modo delizioso le sue labbra morbide, un’espressione furba negli occhi vivaci. «Non dovete preoccuparvi Maestà, la festa è terminata e la principessa dorme tranquilla accanto a Dylla e Lena, non si accorgerà di nulla. Sarò da lei prima dell’alba».
«Va bene allora» acconsentì Magett. Dopotutto un po’ di lieta compagnia di notte gli faceva piacere. «Anche se potrei negarti l’aiuto che mi chiedi per la tua faccia tosta». Ma nonostante le sue parole alzò le coperte e con un cenno la invitò a sdraiarsi accanto a lui. Poi si lasciò ricadere con la testa sui cuscini, vinto da una nuova ondata di stanchezza.
«Si sta bene qui» sussurrò l’ancella, che dopo essersi stesa sotto le pellicce aveva preso a sfioragli con delicatezza il solco scavato tra le clavicole.
«Lo so» disse Magett. E sapeva anche quanto meglio si sentiva con una donna accanto. Si volse per baciarla, ignorando il pulsare sordo della ferita. La strinse a sé, passando le mani sul suo corpo snello, accarezzando la sua pelle liscia sotto i veli rosa che la coprivano.
Non era amore, ma era ciò che gli bastava.

Quella notte però non riuscì più a dormire. Dopo che si furono divertiti e che lui ebbe sfogato tutto il suo dolore e i suoi bisogni su di lei, rimase sveglio a guardarla, mentre la febbre lo tormentava e ansiosi pensieri fluttuavano nella sua mente.

divisore (1)

La prossima parte sarà pubblicata martedì 15 marzo.
Grazie per la lettura. 🙂 Fatemi sapere la vostra opinione,
e se il capitolo vi è piaciuto lasciatemi un voto!

siti web

-Irene sartori (Erin Wings K.)


Licenza Creative Commons“L’undicesimo re” di Irene Sartori è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Annunci

9 pensieri su “L’undicesimo Re – capitolo 12 (3ª parte) – Bentornata a casa

  1. Questo mi è piaciuto, descrivi bene le sensazioni dei due, è un pezzo dolce 🙂

    …e prob non dovrei scrivere quello che segue 😛 non lo faccio con supponenza, e solo dopo averti chiesto se posso darti qualche consiglio non richiesto ^^ se la risposta è no, beh…non leggere 😛 io in chiusura io avrei evitato la parola “divertiti” (strappa troppo bruscamente il lettore alla scena secondo me) e avrei concluso la frase a “sfogato il suo dolore su di lei”: così torniamo alle preoccupazioni del personaggio, e come lui “perdiamo” ma in modo positivo l’atmosfera invece di venirne strappati, e la chiusura è più elegante.

    Liked by 1 persona

      1. ^_* perché questo è davvero meglio degli altri…e ne aggiungo un ultimo poi mi taccio, giuro 😛 una chiacchierata più lunga fra i due, prima dell’amore, non avrebbe guastato: ti avrebbe permesso di darci qualche indizio in più sulla persona (e personalità) del Re e della ragazza 😉

        Ovviamente mantenendo lo stacco da “Lo so” in avanti così com’è, perché è davvero davvero adeguato.

        Liked by 1 persona

        1. Sì in effetti volevo scrivere un po’ di più ma ci saranno altre conversazioni. Qui non ci voleva, sarebbe stato assurdo perché il re non era proprio incline a parlare. Ma forse dovevo spiegarlo…magari ne terrò conto nella seconda stesura.
          Non ho capito cosa intendi alla fine però.

          Mi piace

  2. Pingback: Tag – 50 e un…Quiz! – Alice Jane Raynor

  3. Pingback: L’undicesimo Re – capitolo 12 (2ª parte) – Bentornata a casa | Ali di pergamena

  4. Anonimo

    Stanco morto e sofferente, tanto da lasciare la festa senza congedarsi dalla sorella.. Ma per certe cose le forze le ha trovate è… 😜
    Uomini 😂
    Comunque mi è piaciuta la delicatezza che hai usato nel descrivere la scena. 👍
    Per nulla volgare, ma con il giusto distacco 👏👏 brava 😘

    Liked by 1 persona

    1. Ahahah XD una risatina me la sono fatta anch’io scrivendo… il re ha un modo tutto suo di trovare la forza XD
      Mi è piaciuto un sacco scrivere questa parte, anche se è stato difficile. Il problema sta sempre nell’evitare di scadere nella volgarità, senza però tralasciare completamente. Felice di esserci riuscita 😀 .

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...