Scrittura#2 – Come, quando e dove scrivere (1ª parte)

typewriter-801921

La volta scorsa vi ho proposto 10 consigli di scrittura, semplici e spero utili. Per quanto riguarda i veri e propri articoli di scrittura, però, nel primo abbiamo visto che cos’è la scrittura e perché scrivere, e abbiamo compreso che per scrivere non serve solo impugnare una penna o pigiare i tasti di una tastiera, ma bisogna sapere perché lo si fa.
       Nei prossimi articoli voglio parlare di “come”, “quando” e soprattutto “dove” è meglio scrivere. In questa prima parte vedremo solo il “come”, in modo veloce.

 

COME SCRIVERE

quill-175980_1280.pngtypewriter-159878_1280

 

Innanzitutto bisogna precisare che il “come” è spesso soggetto di molti cambiamenti nel corso del tempo e della crescita individuale della persona. Ad esempio io anni fa scrivevo solo ed esclusivamente a mano, e anche pochi anni fa preferivo carta e penna nonostante avessi un computer funzionante.
       Ora, specie per i blog, prediligo il mio caro pc. Per prima cosa il motivo è che questo è un modo molto più pulito e ordinato di scrivere, ma anche per altri motivi legati ad altro, come comodità, eleganza dello scritto, ecc. Vediamoli tutti uno per uno:

  • semplicità d’uso: scrivere a pc è molto più semplice. Non bisogna per forza tenere il collo piegato in avanti col rischio di beccarsi dolori cervicali atroci, non serve fare un corso di “come tenere in mano una penna nel modo corretto senza farsi venire il callo all’alluce” e vari disguidi che accadono spesso scrivendo a mano. Come anche “il gatto che afferra il foglio e lo mangia” XD.
  • fare più cose: inutile dirlo, ma devo farlo per riempire il post 😉 . Scrivere a pc permette di fare molte più cose. Si può tagliare e incollare facilmente i vari pezzi, cancellare senza dovere ricorrere all’uso delle odiose cancelline che imbrattano i fogli, o segnacci a penna e a matita che ci fanno combinare un vero pasticcio.
  • comodità di condivisione: come tutti sappiamo è molto più semplice e veloce scrivere direttamente sul pc. In questo modo quando sarà il momento di condividere il nostro scritto basterà copiare e incollare con un paio di clic.
  • eleganza dello scritto: al pc lo scritto risulta molto più pulito e ordinato e quindi anche più elegante. Questa diventa una spinta in più per continuare a scrivere, vedere che la nostra calligrafia in fondo non è così pessima. xD
  • maggior facilità di lettura e revisione: grazie a programmi e programmini e correzione automatica di word, revisionare i testi al pc è molto più semplice, oltre al fatto che spesso e volentieri gli errori te li segna da solo.
  • applicazioni varie, come colore, font diversi, grandezza, ecc. Questa frase si spiega da sola. Sarà una stupidaggine inutile, ma a me piace divertirmi a volta ad abbellire il mio testo, cosa che con carta e penna non saprei fare. E poi tanto inutile non è, perché vedere che il tuo scritto ha un bell’aspetto migliora l’umore e aumento la voglia di scrivere.
  • il rumore dei tasti: sembrerà assurdo, ma il ticchettio dei tasti, che a molti più risultare fastidioso, a me rilassa e dà spesso la spinta necessaria a continuare a scrivere. Anche a voi fa questo effetto?

 

Quindi, per quanto mi riguarda, al giorno d’oggi è decisamente meglio scrivere a pc, anche se di tanto in tanto qualche mezzoretta con carta e penna me la passo volentieri.

E questo è il “come scrivere”. Con gli articoli di scrittura, ci vediamo il prossimo mercoledì, per il “quando scrivere”.
Voi cosa ne pensate? Scrivete a mano o con il vostro pc?

Se l’articolo sulla scrittura vi è piaciuto, potete lasciare un voto.
Potete anche votare la qualità del blog da 1 a 10. Grazie 🙂

Annunci

16 pensieri riguardo “Scrittura#2 – Come, quando e dove scrivere (1ª parte)

  1. …in questo io dico, viva l’informatica! Ho provato raramente a scrivere a mano (di solito quando sono in gita/viaggio/eventuali) e l’ho trovato di una scomodità fottuta d.d ora è d’obbligo il tablet, anche solo per fissare le ispirazioni momentanee che colpiscono quando meno te l’aspetti.

    Anche a me il picchiettare dei tasti rilassa, mi ricorda, sarà una cosa scema, per associazione quello della pioggia 🙂

    Mi piace

  2. …comunque la parola scritta, analogica, la si può usare in tantissime altre occasioni: è molto più calda di quella digitale, se dovessi scrivere un racconto per una persona speciale, io sceglierei di scrivere a mano. E ci lascerei errori e correzioni perché fanno aprte del processo 🙂 non so se si è capito il punto, mi sento un po’ scombinato dopo 6 ore di scuola e 4 di collegio docenti d.d

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...