Il racconto dei racconti – Recensione

Buon pomeriggio a tutti! ^^ Finalmente vi presento la recensione di questo film che consiglio vivamente.

Titolo: Il racconto dei racconti – Tale of Tales

Lingua originale: Inglese

Paese di produzione: Italia, Regno Unito, Francia

Anno: 2015

Genere: fantastico, drammatico

Regia: Matteo Garrone

Soggetto: Giambattista Basile (raccolta di fiabe)

Cast principale: Salma Hayek, Vincent Cassel, Toby Jones.

Il racconto dei racconti – Tale of Tales è un film a episodi del 2015 co-scritto, co-prodotto e diretto da Matteo Garrone.

La pellicola è l’adattamento cinematografico della raccolta di fiabe Lo cunto de li cunti di Giambattista Basile, pubblicata postuma tra il 1634 ed il 1636.

Il film è composto da tre diversi episodi liberamente tratti dalla raccolta di fiabe, e narrati intrecciati fra loro: La regina, La pulce e Le due vecchie.

Sono tre storie semplici ma allo stesso tempo profonde, realistiche, originali e inaspettate. 
In breve: una regina (Salma Hayek) disposta a sacrificare tutto pur di soddisfare il proprio desiderio di maternità.
Due anziane sorelle che ordiscono uno stratagemma per soddisfare le brame di un sovrano (Vincent Cassel); un re (Toby Jones) che organizza una sfida impossibile o quasi, per impedire ad uno stuolo di pretendenti di sposare la figlia. 

Quindi tre storie particolari, semplici, molto d’effetto e profonde anche per la loro “oscurità”.

Ho trovato questo film assolutamente bellissimo, impregnato da una cultura e un’eleganza da lodare. Originale e coraggiosa la scelta di utilizzare appunto tre fiabe per farne un film, sicuramente è giusto dare questo merito al regista.
Apprezzabile la colonna sonora, che non emerge troppo ma resta un gradevole sottofondo che rende il film più fiabesco e in certo senso anche dolce. In un certo senso è una colonna sonora che c’è ma non c’è, non prevarica sul film ma svolge semplicemente il ruolo che dovrebbe fare, una specie di accompagnamento.
Sensazionale l’ambientazione, i luoghi sono meravigliosi e donano alla pellicola un’incantevole fascino antico e molto curato. Oltre a questo meritano anche gli attori, un cast eccezionale in grado di suscitare emozioni reali, forti, a tratti persino dolorose. Molto apprezzata da parte mia anche la scelta di non esagerare con i dialoghi, infatti nel film si nota quasi subito l’assenza di parole in più, non esiste superficialità nella sceneggiatura, per quanto riguarda i dialoghi, i personaggi dicono solo le cose importanti e lo fanno con una forza che trasmette emozioni vivide, lasciando intravedere i loro caratteri. Ho rivisto molto in questo film il classico “show, don’t tell” (mostra, non dire), che dovrebbe valere anche per i romanzi ma trovo perfetto per un cinema pulito, toccante e profondo.

Bellissimo il finale, in cui le tre storie si sfiorano senza però collegarsi in modo troppo convincenti e lo trovato perfetto così, perché risulta anche più realistico (per il fatto che è la trasposizione di ben tre fiabe distinte, non un’unica storia).

In conclusione: Un vero capolavoro, almeno secondo la mia modesta opinione, meritava più successo di quello che ha avuto. Lo consiglio vivamente, anche agli amanti del fantasy, proprio perché è un qualcosa di diverso, particolare, che a mio avviso avrebbe potuto cambiare la storia del cinema, per l’idea coraggiosa e originale di fare una trasposizione di fiabe così crude e antiche.

E voi che mi dite? ^^ Avete visto questo film? Avete intenzione di farlo?
Attendo i vostri commenti e le vostre opinioni!

Vi ricordo inoltre che se la recensione vi ha incuriosito potete lasciare un voto al blog tramite il banner qua sotto. Lo so che può essere fastidioso che io ve lo chieda sempre, ma in questo modo mi darete un aiuto enorme per aumentare le visualizzazioni del blog. 🙂 Vi ringrazio molto.

sito

-Erin Wings

Annunci

2 pensieri riguardo “Il racconto dei racconti – Recensione

  1. Evocativo, immagini forti e fantastiche nel senso letterale del termine. È uno di quei film che si apprezzano il giorno dopo, perché sul momento ti spiazzano. Ti dirò, appena uscito dal cinema mi aveva lasciato quasi una sensazione di disagio. Troppo strano, troppo grottesco.
    Ma bello.

    Mi piace

    1. Sì, in effetti come ho detto è un film diverso, molto particolare. A me personalmente ha spiazzato per i primi minuti, poi sono subito entrata in quelle strane atmosfere e mi è piaciuto tantissimo.
      Grazie per la visita e il commento ^^

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...