La morte di un personaggio: Consigli per salvarsi

Una solo domanda: come affrontare la morte del tuo personaggio preferito,
brutalmente ucciso dalla penna malefica dello scrittore?

Ma torniamo un po’ indietro,  più o meno a mille anni fa…

Nell’articolo precedente dedicato ai “Post per lettori accaniti” 😀 (La morte di un personaggio: le 7 fasi) abbiamo visto quali sono secondo me le fasi che si attraversano dopo la morte di un personaggio:

Facciamo un piccolo ripassino… 😀 Quali sono le 7 fasi di cui parlo?
Per me sono queste:

Incredulità

Disperazione

Rabbia

Delusione

Tristezza

(e, nei più sfortunati, anche la nostalgia)

Accettazione

Speranza

Oggi vediamo i metodi, spero efficaci, per salvarsi:

Chi è appassionato di lettura lo sa: a volte non è semplice affezionarsi ai personaggi e poi vederli sfumare tra le righe (scomparire) o, ancora peggio, morire.
È una vera e propria sfida tra scrittore e lettore. Vediamo chi crollerà per primo. E vince quasi sempre lo scrittore, soprattutto quando la lettrice sono io: lacrime a fontana.

Dopo aver letto la meravigliosa e tragica saga “Cronache del ghiaccio e del fuoco” di George R R Martin (di cui poco fa ho fatto una recensione), ho deciso di fare una lista di consigli su come affrontare la morte di un personaggio preferito. Questa lista è basata sulle 7 fasi dopo la morte di un personaggio, che ho individuato e superato più volte.

Vediamo, un passo alla volta, i miei 8 consigli:

PRIMA DI LEGGERE IL LIBRO:

  • AMATE DI PIÙ.

Fate il possibile di affezionarvi a più personaggi. In questo modo, almeno avrete l’appoggio indispensabile degli altri
rimasti ancora in gioco.

  • NON FATE LE SANGUISUGHE. 😀

Non attaccarsi morbosamente a un personaggio. A volte è difficile, ma assolutamente indispensabile. Questo non vuol dire che non dovete affezionarvi, ma occorre pensare più ai fatti che a chi li compie. Proprio come una specie di gioco.

Per questo vi consiglio un valido allenamento. Leggete Cronache del ghiaccio e del fuoco di George RR Martin. 😉

  • ABBANDONATE IL DETECTIVE CHE è IN VOI.

Non fate strane, complicate congetture sul destino del vostro preferito. Potreste restarci molto male. A quello ci pensa lo scrittore, a mandare avanti la trama; voi pensate solo a divertirvi. Qualche congettura va bene, stimolerà la vostra curiosità, ma non esagerate.

  • NO SPOILER.

    Lo dico perché anche a me, a volte, piace sfogliare le pagine avanti, oppure non riesco a resistere agli spoiler di recensioni e articoli nel web.

Cosa più che giusta! GRANDE ERRORE! Questo perché non solo vi rovinate la sorpresa ma, se nel libro muore qualche personaggio, correrete il rischio di saperlo già in anticipo e magari rovinare qualche brillante colpo di scena.

Qualcuno potrebbe pensare che a saperlo prima si può prepararsi. Ma non è così: attendi solo con rinnovata ansia la terribile fine del tuo prediletto. In più, già sapendo come se ne andrà, non sarà più un colpo di scena, quindi farà male e basta. Non vi sembra terribile?

  • RILEGGERE LA PARTE TRAGICA

Potrebbe sembrare una cosa da non fare, un modo per rigirare il dito nella piaga, invece può aiutarvi ad accettare ciò che è successo e a voltare pagina nel modo più sereno possibile. Questo perché rileggendo un paio di volte, la cosa perde importanza, diventerà un avvenimento come meccanico e non ci penserete più.

  • PRENDERE UNA PAUSA

Un gelato, una cioccolata calda… un buon film… oppure un gelato 😀 visto il caldo delle ultime settimane… Ecco, tutte queste distrazioni possono aiutare nel caso la fase di “accettazione“ tardi ad arrivare.

Prendervi una pausa può essere un modo per rilassarvi e riprendere poi la lettura con più entusiasmo.

  • VOLARE CON LA FANTASIA.

Questo non significa fare congetture, ma semplicemente “sognare” a occhi aperti il tuo personaggio preferito. Servirà a farvi credere che non sia morto. In effetti lo è solo nella storia, no? come le persone care, anche il personaggio preferito non può morire nei nostri cuori, anche se l’amore verso di lui è una forma molto più lieve. (Era solo per fare un esempio che tutti possano comprendere).

Perciò evitate di pensarci tanto. Sognate invece che il vostro personaggio non sia morto davvero e se ne sia semplicemente andato in vacanza ;).

Sono da evitare, a mio avviso, le congetture sulla possibile “rinascita” del personaggio. Anche a questo provvede lo scrittore. Non fatevene una ragione di vita. Rischia di essere solo una delusione. Certo se non siete persone troppo sensibili e volete fare congetture, non è un problema, ma questo articolo è rivolto proprio alle persone sensibili. Volate con la fantasia, ma solo a livello di non accettazione.

Ecco, queste sono i 7 principali consigli. 🙂
Ora vediamo il consiglio bonus. 😉
  • IL FINALE PERSONALIZZATO.

Sì, si può fare anche questo. Per iscritto, tipo fanfiction, o semplicemente volando con la fantasia. Fantasticare sulla possibile rientrata in scena del personaggio spesso può deludere, mentre fantasticare sulla nostra personale visione del finale è tutta un’altra cosa. È un consiglio per sentirsi meno abbandonati e nostalgici dopo la fine di un libro, soprattutto se in esso muore il vostro personaggio preferito.

Ecco fatto! 😀
Spero che l’articolo sia stato interessante e magari anche divertente.
Se vi è piaciuto, lasciatemi un votino… ❤ ve ne sarò grata.

classifiche

Un dolce saluto a tutti, vi ringrazio per la lettura 🙂

Vostra Erin Wings.

Annunci

12 pensieri riguardo “La morte di un personaggio: Consigli per salvarsi

  1. Bè certo che se i tuoi testi di studio sono i libri di Martin avrai preso 10 e lode XD…
    AHAHHA divertente il punto del detective, non so se ci riesco però! A non indagare… lol
    Il consiglio finale è davvero d’effetto!

    Mi piace

    1. Eh, sì, in effetti io ho avuto qualche problema con i miei stessi consigli, ma il punto del detective sinceramente no, perché faccio pena nei panni di Sherlock Holmes 😀 ahahah

      Liked by 1 persona

  2. Molto giusto, mi ci ritrovo molto in quello che hai scritto :)O la morte del personaggio preferito è quasi un lutto, ma ahimé, se deve accadere accade. M;a la soddisfazione di vedere il proprio personaggio arrivare sano e salvo alla fine.. eh, quelle sono gioie ^^

    Mi piace

    1. La cosa migliore è quando il personaggio preferito arriva sano e salvo e quello odiato muore di una morte orribile… XD
      Contenta che ti ci ritrovi, diciamo che son tutte cose d’esperienza, mi muoiono sempre i prediletti! Però temevo di aver scritto qualche stupidaggine….

      Liked by 1 persona

        1. An, sì, giusto, ho letto su FB. Mi dispiace, che brutta cosa 😦
          Il tuo è un libro stupendo, non vedo l’ora di farci la recensione. ❤

          Liked by 1 persona

        2. Grazie a te è davvero un piacere. Appena lo finisco ti so dire per la recensione. 😉
          Intanto mi godo la lettura. Un bacione ❤

          Liked by 1 persona

        3. Un bacione anche a te e grazie di tutto!
          Che poi la gente è davvero stronza, scusa il termine, se qualcuno avesse desiderato leggerlo e non poteva comprarlo io lo avrei mandato comunque se erano persone per bene. Invece questo è solo un gesto di cattiveria e basta.

          Liked by 1 persona

        4. Si hai ragione, molta gente non capisce. Ma quelle sono persone che non amano davvero i libri, altrimenti non lo farebbero. Capisco l’invidia, ma l’amore per la letteratura deve essere più grande. Hai tutta la mia comprensione e il mio sostegno. 🙂
          A presto!

          Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...