[RECENSIONE] DIVERGENT – romanzo e film

Salve lettori! ^^ Eccomi con una nuova doppia recensione: Divergent, libro e film.

div-dou

Ho finito di leggere qualche tempo fa il libro “Divergent” e attualmente sono in lettura con il secondo capitolo “Insurgent”.
Premetto che ho divorato il libro in pochi giorni, ma questo non significa niente perché la mia recensione non è positiva. Perciò si astengano alla lettura i fan di Divergent. Non vorrei offendere nessuno. A parte le copertine straordinariamente belle, questo libro non mi è piaciuto molto.

Ok. Cominciamo con il libro.

71iU3aB8DSL

Divergent è un romanzo di fantascienza distopica per giovani adulti del 2011 di Veronica Roth, primo capitolo dell’omonima trilogia. Pubblicato in America il 3 maggio 2011, è uscito in Italia per la De Agostini il 22 marzo 2012.

Il romanzo è una distopia per ragazzi ambientata in un futuro non specificato (nella città di Chicago) in cui gli esseri umani hanno posto fine alle guerre dividendosi autonomamente in fazioni e svolgendo ognuno il mestiere più consono alle proprie naturali inclinazioni.

TRAMAdivergent

In un futuro imprecisato all’interno di una società distopica, la sedicenne Beatrice Prior si ritrova a dover compiere un’importante scelta. È arrivato il momento di scegliere la fazione (Abneganti, Candidi, Eruditi, Intrepidi, Pacifici) alla quale dovrà appartenere per il resto della vita.

Il giorno prima della scelta tutti gli iniziati sostengono un test attitudinale che li indirizza verso la fazione che più rispecchia il loro carattere. Beatrice, però, risulta essere Divergente, cioè potrebbe appartenere a tre diverse fazioni. Il suo segreto – se reso pubblico – le costerebbe la vita.


Sin dalla prima pagina veniamo catapultati in questa distopia poco approfondita in cui l’umanità si è rifugiata all’interno di una recinzione e divisa in 5 fazioni, divisi secondo le differenze di personalità:

 Q27GT48

♦ gli Abneganti, che si prodigano per il prossimo
♦ gli Intrepidi, che affrontano e sconfiggono le loro paure allo scopo di difendere la città
♦ i Pacifisti, che coltivano la terra
♦ i Candidi, che vedono nella Verità l’unica via di uscita dai mali del mondo
♦ gli Eruditi, che perseguono la conoscenza.

LA MIA RECENSIONE:

Ho deciso di dividerla in diverse 5 categorie: trama, ambientazione, personaggi, storia d’amore, stile di narrazione.

La trama: l’idea è buona, originale, ma, secondo me, doveva essere più approfondita. Si poteva svolgere meglio e creare più intrecci. Comunque non è male, anche se poteva essere più elaborata dato che appunto l’idea di partenza è buona.

Ambientazione: scarsa. È tutto poco approfondita. Peccato, perché la trama ne avrebbe giovato molto. Ma, ovviamente, spero in un maggior approfondimento in seguito.

♦ I personaggi: hanno un’anima, ma nulla di più. mi spiego: sono umani, hanno emozioni, un carattere particolare (anche se banale). Ma sono antipatici.

Tris (questo il nome da Intrepida che si sceglie) è una protagonista che non mi piace per niente. capisco che l’incoerenza fa parte della natura umana, ma fino a questo punto? Si presenta come impacciata e insicura, repressa nella sua fazione d’origine; passo dopo passo si scopre incredibilmente forte, intelligente, capace, persino attraente. Ma che ce le ha tutte lei le qualità?

Quattro: forse il personaggio con più anima, anche se potrebbe non sembrare. All’inizio può attrarre. Sì, lo ammetto, mi piaceva. Così affascinante e misterioso. Andavo avanti nella lettura solo per lui. Poi, però, è completamente caduto dal podio del “personaggio preferito” quando lui e Tris si sono messi insieme. Un po’ banale, no?  e poi c’è il nome. Tobias. Nel più bello che mi ero abituata a chiamare un personaggio come un numero, poi che succede? Colpo di scena, viene fuori il suo vero nome. Che gran colpo di scena… un vero disastro. Tanto che poi non sai più come cavolo chiamarlo.

Tutti gli altri personaggi non mi sono sembrati degno di nomina. La madre di Tris è una grande, ma ha comunque poco rilievo. Il solito atto di coraggio finale. Prima di questo, il nulla. Il fratello di Tris, Caleb, è ancora più inutile.

La storia d’amore:

Poco avvincente, sbocciata troppo presto e senza un minimo di suspance. La solita cosa: lei che fa la coraggiosa senza il ben che minimo rispetto per la sua vita; lui che cerca di farle capire quanto sia importante. Una rottura di scatole.

L’unica nota positiva è che, per lo meno, non domina troppo la scena. Non amo le storie d’amore troppo in mostra.

Lo stile:

Lo stile di narrazione non m’è dispiaciuto. Asciutto, penetrante, incisivo. Penso sia il punto di forza, anche se forse un po’ troppo scarno.

Le similitudini con The Hunger Games:

Ho sentito che molti pensano a Divergent come una distopia scopiazzata da Hunger games. No, a me non è sembrato.

Qualche particolare in comune c’è, purtroppo, ma Hunger games è nettamente superiore. A livello di trama, protagonista, azione e avventura, emozioni.

Le cose in comune mi sono sembrate: il genere (una distopia. Una società messa dove tutti sono costretti a rispettare delle regole ferree che privano dei diritti umani). La protagonista coraggiosa. Katniss e Tris non sono di certo uguali, ma alla fine il lettore ha la sensazione che il succo su di loro sia lo stesso. La divisione della società. Cioè, la società divisa in fazioni o distretti. Però, anche se può sembrare simile, in realtà è molto diverso.

Comunque ne parlerò più approfonditamente nella rubrica “Parlando di libri”.

In conclusione:

Doveva essere un romanzo forte, emozionante e ricco d’azione. Invece mi ha solo infastidito la banalità della protagonista. La solita insicura che scopre di essere sorprendentemente coraggiosa. Sarebbe stato più particolare il punto di vista di un erudito, per esempio.

Non sono riuscita a creare empatia. Io che di solito “empatizzo” anche con una fatina e un unicorno. No, troppo antipatica.

La narrazione, seppur lo stile sia preciso e chiaro – quasi evocativo – mi è sembrata piena di buchi. Durante la lettura avevo continuamente la sensazione che mancasse qualcosa.

Insomma, questo è il succo: manca qualcosa.

Divergent è un romanzo che funziona, ma non con me.

Voto finale:  Come sapete io non do voti, per ora, se non in certi casi o in un certo modo. Comunque direi che il libro è buono. Non ottimo, ma nemmeno male.

Lo consiglio? Sì, a un pubblico adolescenziale soprattutto femminile che non abbia tantissime pretese. Con questo però non voglio arrecare offesa a nessuno. Sia chiaro, rispetto i gusti degli altri.

E ora vediamo il film.

IL FILM

divergent_poster_hq

Lingua originale: Inglese

Paese di produzione: USA

Anno: 2014

Genere: fantascienza, azione

Regia: Neil Burger

Soggetto: Veronica Roth (romanzo)

La trama è la stessa, perciò passo direttamente alla recensione.

Devo dire che questo mi è sembrato uno dei rari casi in cui il film è migliore del romanzo.

Ora vi spiego perché.

IL CAST

divergent-cast-fi

In generale è composto abbastanza bene. I due ruoli principali sono perfetti. Questo è il punto positivo.

Per quanto riguarda i personaggi secondari un po’ meno, ma quelli, appunto, sono secondari.

Ma vediamo quelli principali uno per uno.

Il personaggio di Jeanine è più forte, gli viene data più importanza.Jeanine_sm

L’interpretazione di Kate Winslet è ottima.

Beatrice_Prior_1

Tris è grandiosa: l’attrice è bravissima. La scena della morte della madre è particolarmente straziante. Poi, non essendo costretta a seguirlo solo con i suoi occhi e la sua mente, la protagonista risulta molto meno antipatica.

tumblr_n2d33hvzZa1s70j4go7_1280

Theo James all’inizio non l’ho preso bene, ma alla fine devo dire che è un attore piuttosto azzeccato per il ruolo di Quattro.

Mi sono dovuta ricredere. L’unica cosa che non mi piace sono i capelli: Quattro non doveva averceli scuri? Ma questo è solo un misero dettaglio.

divergent_caleb

Caleb, il fratello di Tris, non mi è piaciuto molto. Vero che ha un ruolo piuttosto marginale nel film, ma l’idea che mi ero fatta del suo aspetto era totalmente diversa. Dire che è fin troppo carino.

Lui e Christina mi hanno deluso.

Official_christina

Christina me l’aspettavo completamente diversa. Con i capelli più lunghi, la pelle più bianca, uno sguardo meno attraente e più vivace. Non so perchè, probabilmente mi ero fatta un’idea completamente sbagliata su di lei. Errore mio, ma proprio per questo non sono riuscita ad accettarla.

Bene. Questi erano più o meno gli attori principali.

Un altro punto a favore per il film è l’emozione, i sentimenti. Il film è più emozionante.

La storia d’amore:

theo-james-shailene-woodley-divergent1-600x373La storia d’amore tra Tris e Quattro è più intensa, ma senza esagerazioni. Un po’ più “vissuta” e coinvolgente. Sul libro, giustamente, l’autrice metteva in risalto il fatto che Tris, siccome finora era stata Abnegante, non era abituata molto ai contatti fisici, per cui all’inizio aveva delle paure riguardo la sua relazione con Quattro. Nel film queste sono messe poco in rilievo. Questa è una nota né positiva, né negativa, a mio avviso. Nel romanzo la Roth ha fatto bene a far spuntare un po’ di più il lato da Abnegante di Tris, soprattutto visto il fatto che lei è una divergente.

Inoltre, il film rispetto al libro, secondo me, è più ricco d’azione. Nel senso che nel film la si percepisce molto di più.

In conclusione:

Il film  non mi ha fatto impazzire, ma mi è piaciuto abbastanza. Lo trovo nel complesso fatto bene.
Lo consiglio? Sì, certo, soprattutto a chi ha letto il libro.

Grazie per la lettura! 🙂 Qual è la vostra opinione su questa serie, film o romanzo?
Lo avete letto e/o visto? Avete intenzione di farlo? Aspetto i vostri commenti!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...