Recensione: La porta di Aurora Torchia

Salve lettori! Oggi voglio inaugurare la nuova rubrica “Parlando di libri”. E lo faccio con un strappo allo schema del blog. Cioè, oggi non seguirò davvero questa rubrica, non completamente, ma la inaugurerò con una breve recensione su un libro letto pochi giorni fa. E poi ne parlerò un po’.

Si tratta di “La porta” di Aurora Torchia. È un libro di genere fantasy, in formato e-book. Per info vi basterà visitare il sito di Wizards & BlackHoles, dove troverete anche molti altri e-book e anche un text trailer “Silenzio innaturale” (molto bello e misterioso).

 

LA TRAMA:

Ran e Kyry sono due giovani maghi rinchiusi da un tempo indefinito all’interno di una torre: il loro compito è sorvegliare una misteriosa apertura nel terreno, chiamata Porta, da cui potrebbero altrimenti emergere creature demoniache che gli umani definiscono “Ombre”. Ad aiutarli nei loro compiti ci sono due soldati – gli ennesimi di una lunga lista di uomini morti per difendere la loro patria. Poco traspare del mondo esterno in cui si svolge la vicenda. Si sa solo che da secoli gli esseri umani sono in guerra con le Ombre, e che i maghi sono gli unici a poterle combattere: per questo motivo essi sono costretti, non appena terminato un periodo di addestramento, a sorvegliare le Porte – un compito questo che spesso implica il non rivedere mai più la luce del sole. La tetra routine dei due maghi è però destinata a interrompersi bruscamente, alle prime luci di un’alba che li vedrà affrontare le loro peggiori paure. Tutto ciò in cui credono verrà messo in discussione, e dovranno esseri disposti a infrangere ogni tabù per arrivare alla verità. Ma saranno pronti a scoprire cosa si cela davvero dietro la Porta?

LA MIA RECENSIONE SU ANOBII: breve e senza spoiler.

“La porta”, per me, è una rivelazione. Potrei affermare che, come lunghezza, ci sia da lavorarci un bel po’, però c’è assolutamente del potenziale. L’idea è grandiosa e ne sarebbe potuto venire fuori un bel romanzo fantasy. Al di là della lunghezza, comunque, la lettura scorre gradevole, forse solo un tantino veloce.
Il finale è ricco di colpi di scena, mi ha fatto restare piacevolmente sorpresa, e mi ha incuriosito molto. Qualche capitolo in più di approfondimento e sarebbe stato davvero eccellente!
La mia opinione è, nel complesso, positiva. Una lettura fantasy curiosa e stimolante.

E ora ne parliamo un po’, sempre senza spoiler, così riprendiamo un po’ il vero significato di questa rubrica.

La porta. Un fantasy, come penso saprete il mio genere prediletto. Su anobii gli ho dato 4 stelle, nonostante sia molto breve. Perché, per me, la lunghezza non ha importanza. Cioè, ce l’ha, ma non tanto da essere per me la cosa più importante. Ogni storia ha la sua lunghezza.

Come ho detto sulla mia recensione, però, questo libricino avrebbe molta moltissima potenzialità, perciò è un peccato averlo costretto in così poche pagine.

Oltre a questo, comunque, mi è piaciuto molto. Il fatto che sia più concentrato nella mente del personaggio che nel mondo esterno lo rende molto interessante. Poi la trama è avvincente, parecchio sorprendente e ricca di colpi di scena. Il bello è che ti trovi a fare il tifo per un personaggio che, però, ancora non conosci abbastanza. Ed è forte, questa cosa, ti fa rimanere a bocca aperta.

L’autrice, secondo il mio parere, è riuscita a creare un buon personaggio, con dei sentimenti anche contrastanti, (solo poco approfondito per questione di lunghezza). Questo crea empatia con il lettore e coinvolge molto.

Vien voglia di chiedere all’autrice di fare di più, di farne una versione più lunga. Perché, davvero, questa storia può dare di più. È più profonda di quanto possa sembrare e anche molto originale, per questi motivi mi ha entusiasmato molto nonostante fosse breve. Diciamo, breve ma intensa.

Perciò, complimenti all’autrice. E a Wizard & BlackHoles, e un grosso grazie per avermi permesso di leggere questo libro. Ufficialmente aggiunto alla mia lista dei “meravigliosi ebook”, nuova pagina che potete vedere nella “pagine” sull’intestazione del blog.

DOMANDE:

Qualche domanda che qualcuno potrebbe porsi:

1) Cos’hai trovato, davvero, di così sorprendente in questo libro?

La storia in sé, l’originalità della trama. Proprio per questo mi sarebbe piaciuto un po’ più lungo. Penso mi avrebbe davvero fatto impazzire. 😉

2) Ti è piaciuto leggerlo in formato e-book?

Sì, davvero. Sono e-book fatti bene, impaginati correttamente. La lettura scorre piacevole.

3) Conviene comprarlo?

Sì, assolutamente sì. Io l’ho vinto, partecipando a una meravigliosa iniziativa di Wizard & BlackHoles, ma penso meriti davvero. Sono nuovi talenti da scoprire, e davvero a un prezzo bassissimo.

4) Come hai scoperto questo libro?

Appunto, partecipando a questa bellissima iniziativa, anche grazie ad Arwen del blog Il rifugio degli elfi, (che ringrazio) che seguo su blogger.

5) Continui a parlare della lunghezza del libro e dici che è troppo corto. Ma quante pagine ha?

Ehe, non le ho contate. 😉 Okay, ci sono scritte, ma tanto basta visitare il sito.

Bene, finito. Siccome questa è la rubrica “Parlando di libri”, ne possiamo parlare un po’. Che ne dite? Avete altre domande?L’avete letto, lo leggereste? Vi interessa?

Aperti i commenti!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...