Infinito – Come il cielo sopra di noi

Oggi che è il giorno di Natale, vi auguro la buonanotte ❤ con questo mattone poetico scritto qualche ora fa.

Grazie a chi impiegherà il suo tempo a leggerlo 🙂 !


Infinito come il cielo sopra di noi,
è questo nostro desiderio.
L’amore che ci unisce,
come il filo d’argento di una ragnatela.
semplice, ma intenso,
distante ma eterno.
Infinito come le stelle che vedo da quaggiù,
quando contemplo la volta celeste
alla ricerca del tuo volto.
I tuoi occhi sono come quelle stelle,
miliardi di luci che mi accompagnano nel buio.
E battiti in sincrono mentre ti corro incontro,
Infinito come un sogno.
O è un altro incubo? sembri qui vicino a me.
Ma tu non ci sei davvero.
Perché il nostro amore è limitato,
dallo spazio che ci divide.
Uno spazio profondo come un abisso,
che mi guarda e ride dei miei sbagli,
si compiace che io ti cerchi,
senza riuscire a trovarti.
O mio dolce amore,
Infinito come te c’è solo il mio sguardo,
quando vedo i tuoi occhi d’argento
che mi danno i brividi.
Infinito come l’emozione.
Infinito come le tue ultime parole.
Infinito come la sabbia del deserto,
come quando sorridevi senza un motivo.
Infinito come i tuoi viaggi a vuoto
in giro per il mondo.
Infinito come i battiti del mio cuore mentre
guardandoti mi chiedevo quanto potesse durare.
Infinito come questo che ti scrivendo,
come le parole che mai riuscirò a scrivere.
Infinito come te, infinito come il calore del sole,
infinito come il nostro amore.
Perché infinita è la voglia di cercarti, perché lo so.
Ci vorrà molto, non basteranno mille vite.
Mi servirà l’eternità del tuo volto
stampato a fuoco nella mia mente,
per poter arrivare lassù.
Ma non preoccuparti amore,
ne sono certa come so che domani sorgerà il sole,
come so che la notte continuerò a guardare la luna.
Non può la morte separarci,
perché essa non esiste davvero.

È solo un ostacolo
e come tutti gli ostacoli si può superare.
Un giorno arriverò, quando meno te lo aspetterai,
quando sarai a un filo dallo spezzare

la ragnatela che è la nostra speranza
nel momento in cui ti sentirai solo
e non chiederai altro che morire di nuovo.
quando la luna sarà alta nel cielo e
le nuvole si sposteranno

a far passare la luce attraverso il mio cuore.
Sarà proprio allora,
che la mia anima volerà,
imparerò anche a far questo.
Perché io lo so,
anche se dovesse durare per sempre,
anche se dovrò cercarti per l’eternità.
Un giorno, quel giorno in cui la notte abbraccerà il mio corpo
e il buio diverrà la mia luce,
tra le stelle e il cielo inizierò a cantare.
E quella sarà la fine.
Quel giorno,
io ti troverò.

© Irene Sartori

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...