Il significato del Natale – Versione ridotta

La mia versione molto personale de “La piccola fiammiferaia”.

La-piccola-fiammiferaia

Autore: Irene Sartori (Erin Wings Krown)

Titolo: Il significato del Natale (versione ridotta)

Data pubblicazione: Dicembre 2014.

Genere: racconto breve.

Sottogenere: Drammatico.

DedicaA tutte le piccole fiammiferaie.


Era il Natale dell’anno 1990, quando la nonna Speranza raccontò a alla piccola Rosie la storia della bambina dei fiammiferi. Una bimba di pochi anni, con capelli rossi come il fuoco e occhi verdi come la speranza. Vendeva fiammiferi, seduta accanto al negozio di dolciumi della sua cittadina. La gente passava, tutti indaffarati a comprare regali. Di corsa, non la guardavano nemmeno, completamente dimentichi del valore del Natale.

La bambina indossava stracci unti e un leggero cappottino dismesso che aveva visto giorni migliori. Con il suo pacchetto di fiammiferi tra le manine congelate, la bambina se ne stava accucciata davanti al negozio, finché qualcuno, dall’anima nera come il carbone, decise di cacciarla senza nemmeno comprare un fiammifero.

Poche erano le speranze della piccola dai capelli rossi, ma le teneva stretti al suo cuore, come fossero cibo per il suo corpo esile e affamato. «Fiammiferi! Comprate fiammiferi!» Oramai non aveva neanche più la forza di parlare.

L’indomani i giornali avrebbero parlato di una bambina sconosciuta vestita di stracci, trovata morta per il freddo e la fame in un vicoletto della città. E si sarebbe beati della loro commozione per quell’accaduto, come se la colpa non fosse di nessuno, come se loro non avessero potuto fare nulla per salvarla.

Almeno questo sarebbe accaduto se non fosse arrivata lei: L’angelo. Una donna di nome Mery, diretta al negozio di dolciumi per compare i dolcetti preferiti dei suoi figli. Era la vigilia di Natale e chi non mangia dolci a Natale?

Accadde che Mery sentisse una vocine, flebile e distante, che proveniva dal vicoletto accanto al negozio. Stava per entrare quando di bloccò e decise di andare a vedere cosa fosse. Girato l’angolo si guardò intorno e la vide. Seduta a terra, raggomitolata in un cappottino rattoppato, le calze lacere e una gonnellina di stracci a coprire il suo piccolo corpicino. Una bimba dai capelli rossi e gli occhi verdi come l’erba della primavera. Ignorando il freddo e la neve che cadeva, Mery s’inginocchiò accanto a lei e cominciò a farle domande. La bambina non aveva un nome e diceva che la madre le aveva detto di dare quei fiammiferi alle persone grandi. Poi però la mamma era andata via, perché nessuno voleva i fiammiferi.

Mossa dalla compassione, Mery tirò fuori il portafoglio, ma si bloccò a metà gesto. La bambina per un attimo s’illuminò, poi, quando vide la donna mettere viale monete e richiudere la borsa, anche l’ultima speranza la abbandonò.

«Domani è Natale piccola. Nessuno dovrebbe solo a Natale. Guarda, ti faccio vedere una cosa». Mery prese un fiammifero dalla scatolina e l’accese. «Questo fuoco è magico, lo sai? scalda ma non brucia. Guarda!» Mery avvolse la punta infiammata del fiammifero con una mano e ci soffio dentro. La fiammella si spense e lei non si bruciò. La bambina sorrise. Quel timido sorriso e un lieve rossore nelle sue piccole guance furono le sole cose che la spinsero ad allungare una mano verso la bambina. «Vieni con me. Andiamo a comprare il panettone».

La bambina sorrise di nuovo, lacrime brillarono sui suoi occhi. prese la mano di Mery e si alzò. La abbracciò.

Poi, s’incamminarono verso il negozio di dolciumi, la neve che vorticava attorno a loro. quello sarebbe stato il più bel Natale della loro vita. Entrambe avevano compreso il vero significato del Natale.


Spero vi sia piaciuto. Se avete critiche negative/costruttive, sentitevi liberi di esprimervi 🙂 . Grazie per la lettura, se vi è piaciuto potete anche lasciare un votino al blog.
siti


Licenza Creative Commons“Il significato del Natale (versione ridotta)” di Irene Sartori è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Annunci

3 pensieri su “Il significato del Natale – Versione ridotta

  1. Pingback: Il significato del Natale – nuovo racconto | Anime scritte nell'Orizzonte

    1. erinwings

      Grazie mille! ci ho provato … anche se l’altra, per quanto a dire il vero non mi piaccia, è insuperabile.
      Tantissimi cari auguri anche a te Silvia 🙂 !

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...