Quel merlo che vidi

Poesia scritta il 25-10-14 ore 20:37                   


158 

                

 

 il merlo solitario,

posato stava,

felice, col suo becco

d’arancio dipinto.

A terra poi volava,

a beccar i chicchi

del grano d’un campo.

E poi tornava,

sul filo che prima,

senza neppur accorgersene,

l’aveva accolto.

Piumaggio nero

Al vento danzava

Del merlo che vidi

In quel freddo,

giorno d’inverno.


© Irene Sartori

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...