Come ricordo Ilenia

Ilenia era come il vento, incostante,ma solo un soffio leggero appena percettibile.

Autore: Irene Sartori (Erin Wings Krown)

Titolo: Come ricordo Ilenia

Sottotitolo: Sfiorire nella paura.

Genere: racconto breve.

Sottogenere: Drammatico.

3disarmanteSFIORIRE NELLA PAURA

Ilenia era come il vento, incostante,ma solo un soffio leggero appena percettibile.

__________________________

Ilenia aveva il mio stesso colore di capelli, lo stesso azzurro degli occhi, la medesima corporatura robusta; ma Ilenia aveva tutto un altro punto di vista, rispetto al mio. Questo la rendeva diversa, più fragile, come una bambola di pezza senza appoggio seduta su uno scaffale inesistente.

Io uscivo con gli amici, andavo a scuola, imparavo a guidare; mentre lei, lentamente, inesorabilmente, moriva dentro.

Non lo diceva a nessuno, Ilenia, qual era il suo problema e se glielo chiedevi sbuffava: “Nulla”, diceva, “nessun problema”.

L’ho sempre vista in difficoltà, Ilenia. Andava a scuola, ma con la testa da un’altra parte; guidava la macchina solo quand’era strettamente necessario. Ilenia non usciva mai con gli amici, mangiava troppo, sfogava la sua rabbia su fogli che poi continuava ad accartocciare e bruciare con il suo accendino. La ricordo quando faceva così. Era come se in quei fogli imprimesse tutto il suo dolore, tutte le sue fatiche, tutti i suoi problemi; poi li bruciava come per annullarli o eliminarli dalla sua vita. Erano i suoi mostri. Essi però ritornavano, più forti, più determinati a distruggerla; mentre lei era sempre più debole, malata di una malattia che nessuno di noi conosceva.

Perché ora so qual era la sua malattia; so cosa la faceva stare così male.

Ricordo ancora l’ultima volta in cui vidi Ilenia. Era magra come non lo era mai stata; quei capelli che un tempo, quand’eravamo bambine, parevano la luce dorata del sole, erano spenti, grigi. Erano come il suo umore.

Lei non mi parlò, non mi guardò, non mi strinse nemmeno la mano. Ricordo il suo profumo di rose, sempre uguale, selvatico e forte come era lei da bambina.

Voglio ricordarla così, Ilenia. Voglio ricordare il modo strano in cui mi prendeva in giro perché era tonda, lo sguardo che avevano i suoi occhi quando mi prendeva per mano e mi chiedeva scusa, la sua voce dolce quando asciugava le mie lacrime che lei stessa aveva provocato. È stata la mia prima nemica, la mia prima amica e la mia unica sorella. Ilenia voglio ricordarla così.

Ora che sono vecchia, ancora rammento la mia dolce compagna, che abbandonai a se stessa, al suo dolore, solo per ripicca; e so che, anche se avessi voluto aiutarla, non avrei potuto. La sua malattia non era depressione come dicevano i medici negli ultimi tempi, non era pigrizia come dicevano i suoi, non era timidezza come affermavano le maestra alle elementari. Era paura. Una belva che non si scaccia facilmente, un problema che bisogna risolvere da soli.

Ora so che Ilenia ci ha provato, a vivere con le sue paure, ma non ha potuto; e alla fine è crollata. Quel suo nemico che era la paura di vivere, l’ha consumata dentro come un cancro, senza che nessuno si accorgesse come lei stava soffrendo.

Allora la ricorderò così, Ilenia. Un sorriso e una folta chioma di capelli biondi. Profumo di rose e litigi. Ricordi di una vita che non doveva finire così. Io racconterò a tutti la storia di Ilenia, perché nessuno debba più morire per le sue paure, perché quelli come Ilenia trovino il coraggio di affrontare la vita senza darle troppo peso. Perché lo so solo ora, quanto Ilenia contava per me.

Solo adesso sono consapevole che lei, solo lei, come la sua paura, era la mia miglior nemica. E per questo era importante.


Nota:

Ilenia è frutto della mia immaginazione, quindi non è una persona realmente esistita; anche se, da un certo punto di vista, Ilenia sono io.


Spero vi sia piaciuto, se avete critiche non esitate a commentare. ^^ Se vi è piaciuto potete anche lasciare un voto al blog.

siti


Licenza Creative Commons“Come ricordo Ilenia” di Irene Sartori è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...